• dr. Simone Iannone

ZUCCHERO, DOLCE ZUCCHERO


L'eccessivo consumo di zucchero è alla base dell'epidemia di obesità a cui stiamo assistendo oggi. Provoca voglie simili alla dipendenza che ricordano l’abuso di altre droghe.

La ricerca sul cervello dei suini a cui è stato dato accesso all'acqua zuccherata per un'ora al giorno per 12 giorni ha mostrato che lo zucchero riduce la disponibilità dei recettori degli oppioidi e della dopamina, il che è indicativo del rilascio di oppioidi e dopamina. La ridotta disponibilità di recettori è un segno di sovra-stimolazione, poiché quando il cervello viene sovra-stimolato, sottoregola i recettori per proteggerlo dai danni. Lo svantaggio di questo meccanismo protettivo è che ora hai bisogno di una dose maggiore della sostanza per ottenere la stessa risposta di piacere, e questo è un meccanismo chiave attraverso il quale si sviluppa la dipendenza dal consumo quotidiano di zucchero.

Ciò altera anche la memoria spaziale e inibisce la neurogenesi nell'ippocampo, un'area del cervello coinvolta nei processi di apprendimento e memoria. Le diete ad alto contenuto di zucchero alterano i neuroni inibitori nella corteccia prefrontale, dove sono centrati il ​​processo decisionale e il controllo degli impulsi. A parte il controllo degli impulsi compromesso e l'incapacità di ritardare la gratificazione, questa alterazione può anche aumentare il rischio di problemi di salute mentale nei bambini e negli adolescenti

Se sei come la maggior parte delle persone, è probabile che consumi regolarmente quantità malsane di zucchero. Anche se non sei un amante delle caramelle, la maggior parte degli alimenti trasformati ti fornirà una quantità eccessiva di zuccheri aggiunti. Come notato nel rapporto della BBC One "The Truth About Sugar", che non sono solo torte, biscotti, caramelle e gelati che apportano un quantitativo di zucchero troppo elevato, ma spesso anche altri prodotti confezionati che apparentemente sembrano non contenerlo.

Soprattutto molti alimenti per bambini contengono quantità scioccanti di zucchero (1,2) che possono portarlo sulla via della dipendenza da zucchero per tutta la vita e dei problemi di salute che ne derivano. L'idea che lo zucchero dia dipendenza non è nuova. Numerosi studi hanno dimostrato che agisce in modo molto simile ad altre sostanze che creano dipendenza. Uno degli ultimi studi sul potenziale di dipendenza dello zucchero è stato pubblicato nel numero di novembre 2019 di Scientific Reports, (3,4,5,6,7) in cui sottolinea che "L'eccessivo consumo di saccarosio suscita un desiderio simile alla dipendenza che può essere alla base dell'epidemia di obesità ".

Lo zucchero altera la chimica del tuo cervello

Utilizzando l'imaging PET insieme agli agonisti dei recettori beta-oppioidi e della dopamina, i ricercatori sono stati in grado di mostrare come il saccarosio influisce sulla chimica del cervello nei maiali. I maiali in sono stati scelti per il fatto che hanno regioni corticali subcorticali e prefrontali ben definite, che "consentono una traduzione più diretta alla funzione del cervello umano". Come spiegato dagli autori: (8) "Dopo 12 giorni di accesso al saccarosio, il BPND [potenziale di legame non spostabile] di entrambi i traccianti era diminuito significativamente nello striato, nel nucleo accumbens, nel talamo, nell'amigdala, nella corteccia cingolata e nella corteccia prefrontale, in linea con la sotto-regolazione delle densità dei recettori ... dei recettori degli oppioidi e della dopamina può spiegare il potenziale di dipendenza associato all'assunzione di saccarosio ". Anche una singola esposizione al saccarosio ha prodotto una diminuzione fino al 14% del legame del carfentanil (un agonista del recettore beta-oppioide) nel nucleo accumbens e nella corteccia cingolata, il che è coerente con il rilascio di oppioidi. In termini più profani, il consumo di zucchero innesca il rilascio di oppioidi naturali e dopamina nel cervello, riducendo così la disponibilità di quei recettori. La ridotta disponibilità di recettori è un segno di sovra-stimolazione, poiché quando il cervello viene sovrastimolato, sottoregola i recettori per proteggerlo dai danni. Lo svantaggio di questo meccanismo di protezione è che ora è necessaria una dose maggiore della sostanza per ottenere la stessa risposta di piacere, e questo è un meccanismo chiave attraverso il quale si sviluppa la dipendenza.

Questi risultati suggeriscono che il consumo di alti livelli di bevande zuccherate da parte degli adolescenti può anche compromettere le funzioni neurocognitive che influenzano il processo decisionale e la memoria, rendendoli potenzialmente a rischio di sviluppare disturbi di salute mentale ".

L'eliminazione dello zucchero è un percorso rapido per migliorare la salute

Inutile dire che una dieta ricca di zuccheri avrà anche un impatto sulla tua salute accumulando chili indesiderati e il ritmo può essere notevolmente rapido. Come notato nel programma della BBC, "The Truth About Sugar" , bere tre tazze di tè o caffè al giorno con 2 cucchiaini di zucchero aggiunti a ciascuna tazza può comportare un aumento di peso di 4,5 chili in un solo anno, a patto di non aumentare l'attività fisica per bruciare le calorie in eccesso. Se si considera che la maggior parte consuma cinque o sei volte più zuccheri aggiunti rispetto a quella giornaliera, è facile vedere come l'obesità sia diventata più la norma che l'eccezione.

L'Organizzazione Mondiale della Sanità raccomanda di limitare il consumo giornaliero di zucchero al 10% dell'assunzione totale, o meglio ancora, al 5%, che equivale a circa 6 cucchiaini da tè o 25 grammi, se si vuole davvero ottimizzare la propria salute. La buona notizia è che la ricerca (15,16,17) mostra che la riduzione degli zuccheri aggiunti da una media del 27% delle calorie giornaliere fino a circa il 10% può migliorare i bio-marcatori associati alla salute in appena 10 giorni, anche quando il conteggio calorico complessivo e la percentuale di carboidrati rimangono lo stesso. Anche se questo sembra abbastanza semplice, può essere complicato se la tua dieta consiste principalmente di alimenti trasformati. Secondo SugarScience.org, gli zuccheri aggiunti si nascondono nel 74% degli alimenti trasformati con più di 60 nomi diversi. Quando stai cercando di evitare lo zucchero, devi evitare tutti questi, poiché hanno tutti effetti simili, sebbene il fruttosio trasformato, come lo sciroppo di mais ad alto contenuto di fruttosio, tenda ad avere gli effetti più negativi sulla salute ed è un fattore primario. dell'obesità e del diabete.

Come (cercare) di rompere la tua dipendenza da zucchero

Se ti ritrovi a lottare con la voglia di zucchero, il digiuno intermittente può aiutarti. Per risultati ottimali, ti consiglio di sostituire le calorie degli zuccheri e dei carboidrati non vegetali con verdure e grassi sani, poiché ciò contribuirà a ripristinare il metabolismo del tuo corpo, permettendogli di bruciare efficacemente i grassi per il carburante. Quando lo zucchero non è necessario per il tuo carburante primario e quando le tue riserve di zucchero si esauriscono, il tuo corpo lo desidera di meno.

46 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti